febbraio 2, 2018 News Nessun commento

Per il 2018 è stato approntato un nuovo Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD), come previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 28 dicembre 2017. Il nuovo MUD va a sostituire il precedente, introdotto nel 2014 (approvato con DPCM del 17 dicembre 2014) e poi riconfermato per i tre anni successivi.

Il Modello è articolato in 6 Comunicazioni:

  1. Comunicazione Rifiuti
  2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  3. Comunicazione Imballaggi
  4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

 

Tra le principali novità troviamo l’obbligatorietà dell’invio anche della Comunicazione Rifiuti Semplificata esclusivamente in via telematica sul sito http://mudsemplificato.ecocerved.it/ oppure tramite PEC a comunicazioneMUD@pec.it. La Comunicazione Rifiuti Semplificata era l’unico tipo di Comunicazione per cui era rimasta ammissibile fino allo scorso anno la spedizione postale.

Un’altra novità riguarda i  i soggetti autorizzati allo svolgimento di attività di recupero o smaltimento rifiuti, che dovranno comunicare una serie di informazioni sulle autorizzazioni in loro possesso attraverso la scheda SA-AUT.

I soggetti obbligati alla presentazione del MUD sono così individuati:

– Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti

– Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione

– Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti

– Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi

– Imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00

– Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosiderivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti,fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque refluee da abbattimento dei fumi (così come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g))

 

La scadenza per la presentazione del MUD è il 30 aprile 2018.

Written by Admin